Al via il condono sulle cartelle

Con l’approvazione definitiva della legge di bilancio 2019, arriva il #condono sulle #cartelle ex #equitalia oggi #agenziadellariscossione. In particolare tutti i contribuenti, in comprovata difficoltà #economica, dimostrabile con calcolo isee e se sotto certe soglie si arriva a stralciare dal 70 al 90% dei debiti. Oltre l’isee, altro indicatore di crisi consiste nell’aver presentato la procedura di #sovraindebitamento e precisamente la #liquidaizone di tutti i beni. Lo stralcio delle cartelle prevede il pagamento degli importi al 16, 20 o 35%. Condizione per essere ammessi è avere un indicatore isee pari o inferiore ai 20mila euro annui.

L’Agenzia delle entrate-Riscossione ha messo a punto il modulo per l’adesione alla sanatoria, che sancisce di fatto l’avvio concreto della procedura. Per i contribuenti che non rientrano nei limiti di reddito rimane comunque la possibilità di aderire alla nuova rottamazione ter.

per aderire allo stralcio è necessario presentare, entro il 30 aprile 2019, l’apposita dichiarazione di adesione:

  • alla casella pec della Direzione Regionale di Agenzia delle entrate-Riscossione di riferimento, inviando il Modello SA-ST, debitamente compilato in ogni sua parte, con particolare attenzione alla sezione relativa all’attestazione della situazione di grave e comprovata difficoltà economica, unitamente alla copia del documento di identità. La domanda deve essere trasmessa tramite posta elettronica certificata (pec);
  • presso gli Sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione presenti su tutto il territorio nazionale (esclusa la regione Sicilia) consegnando il Modello SA-ST debitamente compilato e firmato.

I dati attestati dal contribuente, in sede di presentazione della dichiarazione di adesione, saranno verificati dall’Agente della riscossione con l’INPS al fine di verificarne la congruenza e la sussistenza dei requisiti per accedere al “Saldo e stralcio”.

Lo StudioME fornisce assistenza ai clienti e non cliente per la presentazione delle domande. Contattaci! 

vedi anche comunicato agenzia riscossione