Raffaele Rizzardi e Benedetto Santacroce, esperti de Il sole 24 Ore, sulle risposte dell’Agenzia delle Entrate. Campanello d’allarme sulla liquidazione IVA in scadenza il 16 febbraio: nessuna riduzione sulle sanzioni per omesso versamento.

Durante l’evento organizzato dal quotidiano specializzato, che Informazione Fiscale sta seguendo in diretta per offrire gli aggiornamenti più rilevanti ai lettori, si sta facendo una panoramica sulle ultime risposte dell’Agenzia delle Entrate su obblighi, sanzioni e innovazioni introdotte dal sistema della fatturazione elettronica.

Benedetto Santacroce, infatti, mette in guardia i contribuenti sulle ultime risposte dell’Agenzia delle Entrate in merito alla riduzione delle sanzioni:

“In caso di emissione tardiva le sanzioni per omesso versamento non vengono ridotte. Questo è un avviso ai naviganti fortissimo: tutti si cullavano. Ma questa risposta gela tutti: l’unica sanzione che non viene applicata, ed è ridotta dell’80%, è quella dell’articolo 6 sulla certificazione della fattura.”

In conclusione, qualora venga sbagliata la liquidazione periodica, verrà applicata una sanzione del 30% per omesso versamento. La fattura va emessa al momento dell’effettuazione dell’operazione; la trasmissione, per il primo trimestre, potrà essere ritardata ma a patto che la liquidazione dell’imposta avvenga in maniera corretta.

 

Per consulenze, richieste od altro, contattaci ai seguenti indirizzi e contatti o scrivici.